Depilazione integrale, sì o no? Parla l’esperta – Donna al Top – 23-28 Agosto 2016

Depilazione integrale, sì o no? Parla l’esperta – Donna al Top – 23-28 Agosto 2016 21 Mag 2017

Intervista della Dott.ssa Sparavigna per Donna al Top

Dottoressa, si è affermata sempre di più anche in Italia la moda della ceretta cosiddetta brasiliana, ovvero la depilazione totale o quasi delle parti intime. Ma secondo una recente ricerca sono emersi alcuni pericoli.

Sembra che sempre più donne optino per questo tipo di depilazione per una questione igienica, è vero?

Certamente non si tratta di una questione igienica, infatti attraverso la rimozione dei peli dall’area pubica, non si scongiura il rischio di contrarre infezioni. La depilazione totale viene bensì preferita per questioni estetiche e di praticità, perché consente di indossare bikini sgambati senza imbarazzi e di gestire più agevolmente il flusso mestruale.

Quali sono i pericoli per la salute?

Il traumatismo dovuto allo strappo non solo provoca la temporanea irritazione della zona, ma genera una soluzione di continuità in una sede cutanea a pH elevato e dalla presenza di virus, funghi e batteri di origine fecale, predisponendo quindi il soggetto a svariate infezioni.

Ci spiega a che cosa servono i peli per la nostra pelle?

I peli sono essenziali per la nostra pelle e ricoprono diverse funzioni in base alla sede cutanea in cui sono disposti. Nello specifico i peli pubici si distinguono per il calibro elevato e per la conformazione riccia anche nei soggetti dai capelli lisci. Tali peculiarità contribuiscono, a livello di una zona così delicata, a mantenerne la microflora e il giusto ecosistema cutaneo. Oltretutto creando un microambiente areato, facilitano la dispersione del sudore ed evitano il surriscaldamento dell’area inguinale.

Sembra però sempre dalle ricerche che con questa abitudine estetica siano stati debellati quasi del tutto i pidocchi pubici, le risulta?

Esattamente come per la pediculosi dei capelli, i pidocchi pubici necessitano della presenza di peli per deporre le lendini e quindi diffondersi e riprodursi. Per tale ragione la rimozione totale dei peli certamente contribuisce a debellarne l’infestazione.

Che cosa consiglia? Quante volte all’anno si può fare?

Consiglio di farla al bisogno, ma con l’accortezza di usare nei giorni successivi alla depilazione detergenti delicati antisettici e creme riepitelizzanti e antimicrobiche.

A che età si può cominciare la depilazione?

Si può iniziare non appena se ne ravvisa la necessità

Tra rasoi, cera e creme, qual è la tecnica che mette meno a rischio la salute della pelle?

Certamente una ceretta a freddo, più adatta alle pelle sensibili o con problemi di circolazione.

In futuro ci saranno nuove tecniche?

Ad oggi sono già presenti tecnologie avanzate di rimozione definitiva, tra cui laser, luce pulsata ad alta intensità (IPL) ed elettrocoagulazione del pelo. Si tratta di tecniche molto efficaci e ben tollerate dalla cute, ma data la zona particolarmente delicata è indispensabile affidarsi a professionisti del settore che operino in sicurezza e con strumentazioni certificate.